Redattore Sociale – Rosita Ferrato
Siamo abituati a snocciolare dati, a vederli nelle tabelle, a sentirli letti e ripetuti, e generalmente a non farci neppure più caso: più l'informazione si tecnicizza, più sembra che ci scivoli addosso. Un esempio? Da tempo ormai sulle testate dei giornali e nell'informazione letta nelle tv, si rincorrono i numeri del carcere: 68.527 i detenuti presenti in Italia nei 206 istituti di pena, per 44.612 posti letto regolamentari
Torino 6 maggio 2011 - L’associazione conta 280 operatori sociosanitari di comunità (tra medici, infermieri, educatori), 45 mediatori interculturali, 100 studenti dell'università e di specializzazione; 175 le persone prese in carico nel 2010. L’associazione conta 280 operatori sociosanitari di comunità (tra medici, infermieri, educatori), 45 mediatori interculturali, 100 studenti dell'università e di specializzazione; 175 le persone
Due ricerche sono state oggetto di un incontro a Torino organizzato dal Gruppo Abele. Giocattoli, prodotti vari, riviste che, secondo la regista e scrittrice Fernanda Vigliani, attestano una “evidente disparità. Alle femmine destinate meno risorse. TORINO - “Le discriminazioni di genere e gli stereotipi iniziano in età molto giovane”. Così la regista e scrittrice del Centro Studi e Documentazione del pensiero femminile Fernanda
La casa circondariale Lorusso e Cutugno presenta il laboratorio che porterà alla realizzazione di "Profumo di fumne" (donne in piemontese). Sarà in vendita nelle profumerie di Torino dal 4 marzo 21 febbraio 2011 - TORINO - Uno dei “nasi” più famosi del mondo, Laura Tonatto - tra i suoi affezionati clienti c’è anche la regina Elisabetta II d’Inghilterra – entra in carcere, e con la sezione femminile crea una nuova fragranza. Nella
Il tema discusso dal Gruppo Abele con alcuni rappresentanti della comunità albanese di Torino. Anamaria Skanjeti: “Molto importante la rete delle relazioni con la famiglia e con gli amici, per la ricerca del lavoro o sostegno a vari livelli” TORINO – Facebook, skype, telefonini e tv satellitare. Così le famiglie albanesi che vivono in Italia si tengono in contatto con i parenti rimasti in patria. E’ questo uno dei temi discussi ieri a
IL CHADOR NON CI RICORDA QUALCOSA? ANDIAMO A VEDERE LE FOTO DELLE NOSTRE NONNE Islam e cristianesimo: due mondi distanti e paralleli. Che siano diversi lo sappiamo, che possano avere punti in comune sembra paradossale. In una sura del Corano le indicazioni date da Allah alle sue figlie sono chiare.“Oh Profeta, dì alle tue spose, alle tue figlie e alle donne dei credenti di coprirsi dei loro veli, così da essere riconosciute e non
Settembre 2010 - Direttori di istituti penitenziari, educatori e volontari a confronto a Torino sul tema “Arte, espressione di sé”. Sartoris, associazione La Brezza: "Forte esigenza per i reclusi di trovare un modo, un tempo per fare emergere la propria autenticità" TORINO – Detenuti, volontariato, arte: questi i temi di “Arte, espressione del sé”, convegno tenutosi venerdì scorso presso la Facoltà di Lettere e Filosofia. Diversi
Agosto 2010 - Tornano a trovare i parenti e far conoscere ai figli la propria storia, alcuni hanno anche un secondo lavoro. L'antropologo: "E' un turismo di massa" TIRANA - Vanno, vengono, tornano, ma alla fine la loro patria è l’Italia. Agosto 2010: come tutti gli anni, il telegiornale albanese annuncia il grande esodo dei migranti, che dall’Italia tornano a trascorrere le ferie nel loro paese. Alcuni qui hanno parenti da visitare,
Luglio 2010 - Una nuova struttura fuori dal muro di cinta della casa circondariale ospiterà i semiliberi e il "settore nido". Il direttore: "Pensata in modo da richiamare una casa, una comunità". Ospiterà 14 donne TORINO – Nella casa circondariale Lorusso e Cutugno di Torino è previsto un apposito padiglione della sezione femminile per i bambini fino a 3 anni detenuti con le madri. "Una sezione ordinaria che è stata modificata
Luglio 2010 - Dalla Casa circondariale “Lorusso e Cutugno” di Torino le storie di una donna romena e una giovane nigeriana, costrette in cella con i propri bambini. “Spesso mio figlio si avvicina al cancello e mi chiede di uscire…” TORINO - L’aria è calda nella sezione femminile della Casa circondariale “Lorusso e Cutugno” di Torino. Il termometro ha raggiunto i 34 gradi e non si respira. Le due mamme arrivano da paesi