Shopping – Rosita Ferrato
0 Comments
Featured Image

Shopping

Nei grandi magazzini delle catene presenti in tutto il mondo, aggirandosi trai reparti del pret à porter occidentale, può succedere che un commesso gentilissimo (sono spesso ragazzi), ti intercetti e ti proponga una shopping bag per contenere tutti i capi che hai già sulle braccia e che ti stai per provare.

Entrando nel corridoio dei camerini si deve passare la borsa al metal detector (come d’altronde all’ingresso) e se accompagnata dal marito/fidanzato/amico/amante, ti ritrovi a dover scegliere da sola, perché gli uomini nella zona dedicata ai camerini non possono entrare.

Le donne, sotto lo sguardo vigile di un commesso – anche qui spesso un giovanotto – entrano nei camerini, ma devono cogliere da lontano lo sguardo d’approvazione o dissenso del proprio accompagnatore maschio (di difficile lettura, soprattutto se si è senza occhiali), perché costui sarà decisamente lontano e quindi difficile da intercettare.

Per l’uomo, questa variabile può essere una buona scusa: nell’immediato per uscire a fumare, sul lungo per evitare la tortura di fare shopping con la propria donna. Per questa, la limitazione può essere o una delusione oppure un momento di libertà dal maschio tunisino, per un’occidentale un po’ asfissiante.

C’è chi insinua che queste “restrizioni” siano una risposta al comportamento di alcuni uomini che disturbavano e sbirciavano nei camerini, ma io non ci credo. Credo semplicemente che qui va così.

Sorry, the comment form is closed at this time.

top